In viaggio con Foco

tappa 102Politica

Non il cittadino prende valore dalla nazione, ma la nazione prende valore dai cittadini. Non vien prima la politica e poi il diritto dei singoli;  la politica è diretta a tutelare il diritto dei singoli nella comunità.

Igino Giordani, Rivolta cattolica, Coletti, 1945, p. 39

La politica, da arte di governare i popoli per il loro bene, autorità costituita al servizio del popolo, troppo spesso si trasforma per fare il male dei popoli: autorità che si capovolge in dominio, mettendo a proprio servizio il popolo. In realtà, la politica, nei regimi così detti totalitari e imperialistici e in certe fasi del capitalismo, è divenuta l’arte di massacrare gli uomini, consumandoli e spazzandoli via in una fatica disumana e mal retribuita o trascinandoli in avventure di guerra, che sono ormai null’altro che affamamenti e macelli.

Igino Giordani, Disumanesimo, Morcelliana, 1948, pp. 48-49

E’ atto di eroica santità scendere a contrastare l’avanzata della pazzia sul terreno politico: gittare l’anima allo sbaraglio per la salute dei fratelli, per servire i più disgraziati. Lo sforzo della politica dovrebbe essere uno sforzo della carità, e quindi una pressione per superare le divisioni di parti e classi all’interno, di razze e lingue all’esterno.

Igino Giordani, Disumanesimo, cit., p. 50

C’è chi pensa che si debba donare esclusivamente alla politica, al sindacalismo, alle attività sociali, anche ai fini della costruzione del Regno di Dio in terra: c’è chi esclude le attività temporali ai fini di quella costruzione. E’ azione l’una e azione l’altra: si tratta di armonizzarle. Politica e filosofia, spesse volte, troppe volte, alleandosi con le passioni di sfruttamento, avevano ridotto l’uomo a uno schiavo tremante ai piedi del Fato o del padrone: l’unica cosa valevole da farsi diventava morire.

Igino Giordani, Il popolo di Dio in cammino, Città Nuova, 1967, pp. 82-84

L’uomo politico, il cittadino, se credente traduce nelle opere pubbliche la sua fede: e cioè ne fa il terreno sperimentale della giustizia e della carità, per la produzione del bene comune. Il socialista protestante Stafford Cripps diceva che la democrazia per reggersi deve fondarsi su una vita di preghiera. Su una religione vissuta. Altrimenti si presta agli abusi degli scaltri.

Igino Giordani, Il popolo di Dio in cammino, cit., pp.168-170

Il sacerdote fa il suo dovere col sacrificio eucaristico e il ministero dei sacramenti; i genitori lo fanno generando e educando i figli, gli artisti creando bellezza, gli scienziati svelando la scienza, i politici reggendo le comunità.

Igino Giordani, Il popolo di Dio in cammino, cit., p.176

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 29 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.