In viaggio con Foco

Dio Amore

Dio c’è perché c’è l’amore. L’amore c’è perché c’è Dio. Dio infatti è amore. Egli vive perché dà la vita. Tu respiri: dunque hai l’esistenza fisica. Tu ami: dunque hai  l’esistenza spirituale. Se non ami è come se non respirassi: sei mortotappa 99 2 nell’anima. – Ma, - dicono - Dio non si vede. – Vero: non si vede con gli occhi del corpo perché è puro spirito; quantunque, un tempo, fatto uomo in Cristo, sia apparso a un popolo intero. Però si contempla con gli occhi dello spirito, perché è amore e l’amore è spirito e, come tale, si sperimenta, si vive. L’esperienza è fatta continua dallo stesso nostro rapporto con gli uomini, reso puro. Quando si ha contatto coi bambini, dai loro occhi si sprigiona una luce, che appartiene ad altre costellazioni. Così quando si avvicinano apostoli, servitori dell’umanità, sacerdoti, che vivono del solo loro ideale, e vergini totalmente donate a Dio, e lavoratori d’ogni categoria animati dal senso di probità, si sprigiona un’altra atmosfera, sovrastante il mondo materiale. In essa è facile incontrare creature, legate a un amore, che è l’altro amore, le quali prolungano l’innocenza di Maria  e il sacrificio di Cristo.

Igino Giordani, L’unico amore, Città Nuova, Roma, 1974, p. 9

La notte oscura

La rivelazione di Dio all’anima somiglia alla formazione con cui i genitori educano i figli, usando carezze e rimproveri, tra sorrisi e lagrime. Così fa l’Eterno Padre. L’intimità con lui cresce, se cresce in noi la purificazione. Lo si sente per quanto lo si ama. In tale esperienza alcuni mistici, al culmine delle consolazioni, passano per fasi di desolazione: la notte oscura. Essa capita spesso nel periodo dell’esistenza in cui si aspetta più comprensione. E invece proprio allora l’uomo non capisce più – e teme di non essere capito più.  E’ la purificazione, in capo alla quale il rapporto si fa limpido dono divino. E ne risulta una serenità sicura di chi convive con l’Amore incarnato, da cui sgorga una letizia  che neppure il più aspro tradimento terrestre turba.

Igino Giordani, L’unico amore, cit., pp. 10-11

Conoscenza e ignoranza

Il russo Gagarin, tornato da una escursione spaziale, riferì di non aver incontrato per aria Dio. L’americano Armstrong, da un’altra nave spaziale, mettendo piede sulla luna, recitò coi suoi astronauti una preghiera a Dio. Quello di tappa 99 1Gagarin è un segno che, sotto l’apparenza della scienza, si può curare una ignoranza attorno al Creatore dell’universo, così densa da immaginare Dio come un volatile nello spazio o un randagio tra le nuvole. La conoscenza e l’ignoranza sono nella religione iscritte prima nel cuore, poi nella mente; sono prima rapporti personali e poi elementi culturali. In religione conoscenza equivale ad amore. Si conosce se si ama: e allora conoscere Dio è vivere il suo amore, che è vita eterna: e la vita eterna – dice il Vangelo - consiste in questo, «che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che hai inviato, Gesù».

Igino Giordani, L’unico amore, cit., p. 12

Il volto di Dio

A  Mosè, avido di contemplare la gloria del Signore, il Signore disse:  «Tu non puoi contemplare la mia faccia, poiché nessun uomo può contemplare me e restare vivo» (Es. 33,20). Non si può contemplare neppure il sole, in certe ore, perché avvampa. Si può ardere in lui. L’ascetica intende quella impossibilità. Se Dio è l’infinito, il nostro appressamento a lui è conforme alla natura di lui, quale ci è presentata da Gesù: e consiste nell’amarlo sempre di più, nel tenerlo presente in ogni cosa che si faccia o si pensi o si dica; consiste insomma nel perdersi in lui per farsi lui. Questo l’obiettivo: immedesimarsi con Dio, unificandosi con la volontà sua, sino a divenire, per amore, lui, pur sapendo chi egli sia e chi siamo noi.

Igino Giordani, L’unico amore, cit., p. 12

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 57 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.