In viaggio con Foco

“Il fratello: tempio di Dio fra noi”

Amando di fatto Dio nel fratello, servendo il fratello per amore di Dio, si dona del proprio tempo e denaro e lavoro; ma in proporzione divina altresì si riceve. Si riceve nientedimeno Dio; e con quella prestazione la nostra persona si trasforma in stanza della Trinità e diviene portatrice del divino.

I. Giordani in: Parole di vita, Società Editrice Internazionale, 1954, pag. 123.

Come non amare il fratello quanto me stesso, se proprio perché ami il fratello, la mia persona diventa tempio della Trinità; e in tale spirito, io amo in me Dio; e quanto più amo questo Dio in me, tanto più sono spinto a cercare i fratelli. La contemplazione di Dio in me dilata, di attimo in attimo, la mia esigenza di amore: mi spinge a comprendere, - a prendere in me – come aspirazione, l’Infinito.

I.Giordani in: Il Popolo di Dio in cammino, Città Nuova, 1967, pag.134.

Nel circuito dell’amore, il fratello s’incardina come valvola di accesso al Padre. La tecnica è semplice, non richiede meditazioni eccessive: richiede donazione. Tu ti fai uno col fratello: in esso è Cristo, e Cristo ti fa uno col Padre, col nesso dello Spirito Santo: t’inserisce nel circuito della Santissima Trinità.

I.Giordani in: Laicato e sacerdozio, Città Nuova, 1964, pag. 239.

Chi ama il fratello come lo ama Gesù compie nell’amore le veci di Lui, è Lui amando. «Per effetto d’amore – dice Santa Caterina – l’anima diventa un’altra Lui». (Dialogo, cap. I). D’altra parte il fratello è anche lui Gesù, e – egli ha detto – «quante volte avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli l’avete fatto a me». E’ quindi Gesù che ama Gesù: è il Verbo che seguita simbolicamente a incarnarsi; è lo Spirito Santo che circola come nella Trinità così nell’umanità, secondo il vincolo dell’Uomo-Dio.

I.Giordani in: La divina avventura, Città Nuova, 1993 (1960), pag. 16-17.

Ogni fratello che incontriamo ci dà un rifornimento di vita divina perché, amando per Cristo, ci dà accesso a Dio. E così la marcia della vita non risulta più come fu detto, una marcia verso la morte; ma una crescita verso la giovinezza eterna in seno alla Trinità immortale; e la morte corporea vi fa da valico.

I.Giordani in: La divina avventura, cit., pag. 158-159

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 48 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.