In viaggio con Foco

“La nostra vita per riportare Maria sulle strade del mondo”

Maria

Se uno desse amore in una cella di prigione o in una stamberga buia, su cui mai occhio di osservatori si posa, non servirebbe meno il corpo sociale, - corpo sociale qual è il Corpo Mistico di Cristo, - che se raccogliesse creature intirizzite dal freddo sotto i ponti e le allogasse in alloggi tiepidi. Le mansioni sono diverse: ma il compito è uno solo: produrre vita: vivificare.
E cioè dare amore. E cioè, generare Cristo nelle anime. E sotto questo aspetto, s’intende Maria, la cui funzione seguita a essere questa: di generare Cristo agli uomini. E le anime senza fine consacrate a lei, sono misticamente lei che prosegue questo compito: gente ai suoi ordini, che le presta braccia per operare, labbra per parlare, cuori per amare.

I. Giordani in: Laicato e sacerdozio, Città Nuova, 1964, pag. 269.

L’ascetica dà alla terra il titolo di valle di lacrime, luogo d’esilio, e fa della vita un pellegrinaggio di stranieri in terra aliena. E’vero, ma sino ad un certo punto. Perché su questa zona persa tra i pianeti, minuscolo atomo tra le costellazioni, è venuta Maria, ci è nato Gesù, son vissuti i Santi: e c’è la Chiesa e ci sono le chiese, e in esse vive l’Eucaristia e da esse esce la carità.

I.Giordani in: Diario di fuoco, Città Nuova, 2005 (1980), pag. 144.

Maria è una creatura, la quale ha capito la vita e l’ha vissuta: non ha passato gli anni a coltivare illusioni e ad aspettare occasioni, e a gemere su delusioni, svegliandosi ogni mattina con un’angoscia nuova per addormentarsi la sera con una sconfitta in più. Ella ha colto dall’esistenza quanto di più bello l’esistenza può dare: la fede nell’Eterno; la decisione di vivere minuto per minuto l’unione con l’Eterno.

I.Giordani in: Maria Modello perfetto, Città Nuova, 2001 (1967), pag.215.

Consideriamo le nozze di Cana.
Madre della pietà, Maria dice a Gesù: - Non hanno più vino! -  Una frase concisa, come ne diceva Maria, il Silenzio: una sola, che esprime un dramma di due povere creature, alle quali stava per arrivare il problema di non poter offrire del vino agli invitati nel giorno delle nozze. Due sposi, contadini? artigiani? pastori?
Forse a Maria nessuno aveva detto niente, ma lei, perché amava, aveva visto.

I.Giordani in: Maria modello perfetto, cit., pag. 104.

 

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.