In viaggio con Foco

La vita alla stregua del Vangelo

Giustizia e carità

Ogni atto d’amore mette in azione la paternità di Dio, e fa circolare la fraternità degli uomini: valvola prodigiosa, mette in circolazione il Sangue di Cristo, primo fratello: e il Sangue di Cristo nell’organismo sociale è un nutrimento d’immortalità.
L’amore è il sangue della società, la giustizia ne è lo scheletro. Con immagine popolare, si potrebbe dire che è sangue e latte: pensando alla solidarietà delle mamme del popolo, le quali, quando un poppante resta senza nutrimento, se lo passano l’una all’altra, nutrendolo con l’alimento dei propri figli: sì che anche lui viva, e in lui s’accomuni il sangue di essi.

I. Giordani in: La carità principio sociale, Figlie della Chiesa, Roma, 1955, pag. 26.

Politica e carità

Nella vita pubblica la carità esclude l’egoismo del tenersi in disparte: fa a ciascuno un dovere di assistere lo Stato, la comunità; diviene carità di patria; e vede l’interesse nazionale non come una categoria esterna, ma come interesse comune, in cui sono inclusi i destini delle rispettive famiglie e persone. La politica così da palestra di risse, diventa gara di servizi coi quali serviamo ai fratelli e a noi stessi.

I.Giordani in: La carità principio sociale, cit., pag. 36.

I poveri

I poveri han fame di pane e d’amore e non si rassegnano a che si tratti il problema della miseria come un problema di solo stomaco. Il pane non li soddisfa: col pane ci vuole il companatico dell’amore, l’anima. Un giorno Rilke, il poeta, donò a una pezzente di Parigi una rosa. La poveretta, illuminatasi di gioia, come pazza di commozione, si alzò e corse via, col suo tesoro tra le mani, abbandonando il posto del suo gramo guadagno, per far vedere alle amiche la sua ricchezza: il miracolo dell’amore umano.

I.Giordani in: La carità principio sociale, cit., pag. 43-44.

Politica e Vangelo

C’è chi vaglia i fatti politici alla stregua del marxismo; c’è chi li vaglia alla stregua del liberalismo o di altra ideologia. Il cristiano, in qualunque partito militi, deve vagliarli e risolverli alla stregua del Vangelo. Deve far presente Cristo in Parlamento, anche nell’amministrazione pubblica, anche nei sindacati, nelle banche, nelle fabbriche.

I.Giordani in: Cristianizzare la politica, Città Nuova, 1962,  pag. 29.

Politica e santità

Persino la politica si fa mezzo di santificazione, se si vive qual è, nella sua concezione più alta, come carità sociale.

I.Giordani in: Laicato e sacerdozio, Città Nuova, 1964,  pag. 170.

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 75 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.