In viaggio con Foco

A scuola di preghiera con Foco.

Preghiera

Pregare è un rasserenarsi continuo, un ringiovanire d’ogni mattina. Chi prega sempre è un eterno giovane, è un genuino poeta, cioè fanciullo che intuisce il mistero. L’anima ritrova il divino, di cui è stampata, ritrova il Padre, ritrova la casa. La sua casa, ove sta a suo agio, con quel senso di riposata libertà e di sicuro benessere che dà la casa paterna ai figli.

I.Giordani in: Diario di fuoco, Città Nuova 2005 (1980), pag.20.

Così pregava Foco

Se tutti mi abbandonano, è perché rimaniamo soli, Tu e io: Tu, il Tutto, io, il nulla. Ma come è dolce affidare la mia nullità alla tua totalità.

I.Giordani in: Diario di fuoco, cit., pag.75.

Signore, traimi su a Te: sino al livello della tua croce; sì che, con Te, possa di lassù guardare la terra con spirito di sacrificio, donarmi ai fratelli e offrirmi al Padre: associarmi così alla tua offerta e in essa, per Te, divina vittima, meritare il perdono del giudice.

I.Giordani in: Diario di fuoco, cit., pag.78.

O Gesù, io voglio essere tuo; tuo come intendi Tu; fa di me tutto quello che vuoi.

I.Giordani in: Diario di fuoco, cit., pag.155.

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.