Come va la Causa?

Lo abbiamo chiesto a Carlo Fusco, postulatore della causa di beatificazione di Igino, lo scorso 24 novembre. Ecco l’intervista:

Sappiamo che la causa di beatificazione sta procedendo, e gli approfondimenti condotti mettono in rilievo dei tratti della figura di Foco ancora tutti da esplorare. Ce n’è qualcuno che ti ha colpito in modo particolare?

Carlo: sono tantissimi: il suo desiderio di santità innanzitutto, che ha aperto per gli sposati una nuova via nella Chiesa; ma Foco ha vissuto tante dimensioni e tutte in maniera straordinaria.

Leggi tutto...

Una vita nuova

Testimonianza di M. D.

Una delle mie sorelle ha avuto un matrimonio disastroso. Dopo aver sposato un alcolizzato, da cui ha avuto tre figli, e che poi l’ha abbandonata, si è trovata senza alcun sostentamento economico. In seguito ha convissuto per 15 anni con una persona, che ora ha lasciato. B., uno dei figli, drogato, sposato con una giovane anche lei drogata, ha avuto due bambini; dopo si sono separati. Infine B. è stato messo in prigione per traffico di droga. Tanti lo consigliavano di affidare i bambini ad un Centro per le adozioni.

Una sera leggendo la preghiera per Foco, mi è venuto spontaneo affidare mia sorella che non era andata in chiesa da vent’anni a Lui, insieme alla sua famiglia cosi travagliata. Poco dopo mia sorella mi comunicò che sentiva una grande spinta ad andare alla messa di Pasqua e a confessarsi. Anche B. – scontata la pena – è tornato a casa per fare pace con la mamma e ha deciso di incominciare una vita nuova anche con i suoi bambini.

Sono sicura che ciò è avvenuto per intercessione di Foco. Ora mia sorella ha ritrovato il suo rapporto con Dio e vuole fare battezzare i suoi due nipotini.

Camminando con Foco

Una testimonianza di A.S.

Ho attraversato un periodo di malattia dove ho trovato tanto conforto in alcuni libri di Foco. Facevo molta fatica a leggere e a concentrarmi con la mente, andavo sempre a cercare un suo libro, spesso il suo Diario di fuoco, e lì quasi sempre trovavo l’unione con Dio. Era un aiuto enorme, incoraggiante nella vita di ogni giorno. Egli sa comunicare e trascinare in forti esperienze con Dio e nello stesso tempo non si lascia abbattere dai fallimenti, anzi proprio da lì spicca il volo più alto verso Dio: «anche dallo “strame” rinasce la vita».

Leggi tutto...

Lettera da Belem

I.L. ci scrive da Belem:

Ho appena finito di leggere il libro Caro papà di Sergio Giordani e subito mi è venuto il desiderio enorme di ringraziarlo per questo dono prezioso che ci ha fatto, della vita intima di Foco.

In questo libro mi ha colpito tantissimo la sua ragionevolezza cristiana. Mi ha lasciato una "santa invidia" di voler essere così come lui, con questa testa di logica cristiana. Chissà un giorno! Intanto ci punto... M'immagino Foco che a questo punto lancerebbe una sua battuta, e con il suo buon umore lancerebbe una spinta ancor maggiore, nella mia corsa personale verso la santità.

Leggi tutto...

Primavera nella mia famiglia

Una testimonianza:

Eravamo sposati 3 anni fa, dopo quasi dieci anni di fidanzamento, trascorsi in una completa armonia, rispetto e dedizione reciproca, desiderosi di poter realizzare il sogno di una famiglia tutta nostra. Con il passare del tempo, veniva meno l’intesa, la comunicazione, il rispetto, la fiducia e l’amore, però nulla lasciava presagire quanto stava per accadere. A dire il vero, avevo avuto modo di verificare qualche stranezza nel comportamento di mio marito, ma quando mi lasciò per un’altra donna mi cadde il mondo addosso.

Leggi tutto...

Lettera a Fuoco Vivo

Una lettera giunta di recente alla redazione di Fuoco Vivo:

Spett.le Centro Igino Giordani, mi chiamo L. P., ho 33 anni. Vi scrivo per ringraziare il Centro - dunque Igino Giordani (di cui conoscevo in parte, per avermene parlato il mio fidanzato) - per la pubblicazione del pensiero di Igino nel numero precedente, "Stelle sulle stalle"!

Leggi tutto...

Lettera dall'Italia

Dopo venticinque anni dal primo contatto con il Movimento, un ritorno e un incontro con Foco, nel racconto-testimonianza di M.D.:

…Il secondo giorno, entrato in sala a programma già iniziato, mi sono seduto ed ho cominciato a vedere un video su I. Giordani.

Leggi tutto...

Lettera dalla Colombia

La testimonianza di N.A, dalla Colombia:

Il mio nipotino di 10 anni è stato ricoverato all’Ospedale per una sindrome convulsiva ed encefalite virale. La sua situazione medica appare grave: il bambino è in fin di vita. Assieme ad un altro, chiediamo a Igino Giordani la guarigione.
I medici ci hanno prospettato una situazione drammatica: nella possibilità che fosse sopravvissuto, il bambino avrebbe sicuramente presentato un forte danno neurologico, con conseguenze gravi. Gli viene data l’unzione degli infermi.

Nell’urlo straziante dei suoi genitori che non vogliono vedersi portare via il figlio, rinnoviamo il nostro accorato appello a Foco. Inspiegabilmente, dal giorno dopo le condizioni migliorano, e via via il bambino ritorna alla vita, fino alla sua completa guarigione.

Grazie Foco!

Lettera dal Kenya

T.R. ci scrive dal Kenya:

Sono stata profondamente toccata da Foco. 
Ho un serio problema con mio marito, alcolizzato. 
Lavorando all’università, a contatto con tanti professori e colleghi, mi sentivo tentata…
Ma quel “nessuno mi ha amato come tu mi hai amato” della moglie di Foco è diventato per me un programma.
Devo vivere in modo che un giorno il mio marito lo possa ripetere a me.

Lettera dalla Francia

M.B. ci scrive dalla Francia la sua testimonianza:

Leggendo il suo diario (Diario di fuoco), non ho soltanto ritrovato la persona di Foco, ma ho ritrovato me stesso in lui.  Ho l’impressione che i suoi tormenti, le sue sofferenze sono mie.
Per alcuni mesi, ci sono state molte cose che crollavano intorno a me: mi sono sentito messo da parte, come Foco che si era visto scartato, allontanato dai suoi amici e non riconosciuto per quello che era. 
Tuttavia, ciò che mi incoraggia è che, anche se messo da parte o non apprezzato, riconosce che Dio lo vuole proprio per Sé. Dio vuole prendere posto in lui perché vuole vivere in lui. Tutto questo mi dà speranza. 
Quando vivo dei momenti di potatura, di rigetto o sono ansioso, ritrovo la vera gioia in Foco.

Preghiera

Eterno Padre,
hai acceso del Tuo amore
il cuore di Igino
e ne hai dilatato l'anima
sulla chiesa e sull'umanità intera;
lo hai reso testimone credibile del Vangelo,
uomo della pace e
della fraternità universale;
gli hai donato un amore
filiale a Maria, da lui scelta
a modello di umiltà e via di santità;
ora concedici, se è Tua volontà,
la grazia che Ti chiediamo
per sua intercessione…

+ Giuseppe Matarrese vesc. tusc.
10 giugno 2005

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 35 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.