molinariSabato 5 novembre, la Banca di Piacenza, Il Nuovo Giornale, l’Associazione don Franco Molinari ed il Centro Culturale Igino Giordani di Piacenza hanno promosso, nella sala Panini di Palazzo Galli, il convegno:

Attualità della figura e del pensiero
di don Franco Molinari

L'evento, organizzato a vent'anni dalla morte del sacerdote piacentino, ha messo in rilievo la sua figura di comunicatore, attento all’impegno evangelico verso i più deboli. Storico, giornalista e docente universitario, Don Molinari fece propria la sfida della cristianità che si apprestava ad entrare nel nuovo millennio: la necessità di divulgare il Vangelo come impegno quotidiano, al passo con il cambiamento. Il rapporto con Igino Giordani ebbe grande influenza sul suo pensiero e sul suo agire.

Dopo l'introduzione dell'avvocato Corrado Sforza Fogliani, presidente della Banca di Piacenza, nove relatori hanno messo in luce i diversi aspetti del percorso umano di don Franco: Padre Luigi Mezzadri (lo storico), Pierluigi Magnaschi (il giornalista), piacenza11.11.1Giuseppe Bertoni e Luigi Salice (il docente universitario e la guida dei giovani), Mario Donato Falmi (il cristiano impegnato nella società). Riccardo Barlaam ha illustrato il rapporto epistolare con Igino Giordani. piacenza11.11.2
Alberto Lo Presti ha messo in luce l'apporto di Igino Giordani al pensiero di don Molinari.
Hanno concluso il convegno le testimonianze di don Carlo Tagliaferri e don Virgino Zuffada che con don Molinari hanno condiviso il percorso nel Movimento dei Focolari e che gli furono vicini negli ultimi momenti della sua esistenza terrena.

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 21 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.