16 marzo 1949 – 16 marzo 2017: un’idea profetica

16 marzo2«Quando si torna a dialogare con uomini del passato, la prima domanda che si affronta è: perché lo si fa? Ogni vita nasconde un mistero e qualcosa di irrisolto che non farebbero mai pronunciare la parola fine se non intervenisse la negligenza.
E’ esperienza quotidiana nei confronti di chi più ci sta a cuore, figuriamoci com’è naturale la dimenticanza con gli sconosciuti che ora appartengono alla storia». (Così Giovanni Santambrogio su Igino Giordani sul Corriere della Sera).
Pensieri, questi, che suscitano un moto di commozione nell’animo di chi ha conosciuto Igino Giordani, gli ha parlato; di chi – incontrandolo quotidianamente nei suoi scritti - ne percepisce sempre la presenza viva giungendo a constatare, incantati, che davvero lui, Igino Giordani, sfugge ogni giorno di più “all’implacabile legge della dimenticanza” così come altri suoi compagni di avventura: Don Luigi Sturzo, Alcide De Gasperi, Giorgio La Pira, Giuseppe Donati.
E puntuale la storia ci offre vari appuntamenti per riscoprire le tracce da lui lasciate nella vita della Chiesa, dell’Italia, della Politica…
Così quello del 16 marzo 1949.

Intervento di Igino Giordani nella seduta Parlamentare del 16 marzo 1949

Nell’aprile del 1949, 12 paesi europei stipularono il Patto Atlantico, un accordo per la mutua difesa in caso di attacco esterno ad uno dei paesi firmatari. A sollecitare il Patto Atlantico furono i timori di una possibile azione militare  16 marzo1dell’Unione Sovietica in Europa. Le discussioni, quindi, assunsero naturalmente un forte carattere ideologico. Anche in Italia il Parlamento fu teatro di accese contrapposizioni politiche. Riportiamo alcuni pensieri del celebre intervento che Igino Giordani fece a proposito del Patto Atlantico e della guerra, arrivando a concepire  un’idea completamente nuova, come “l’Internazionale europea”, - degna oggi di essere ripresa e approfondita - la quale avrebbe potuto assolvere alla funzione di essere sorgente di unità.

«Io parto da un principio: che ogni guerra è un fallimento dei cristiani… voi avete scritto molto bene  sui muri di palazzo Chigi: “no alla guerra”. Noi ci associamo. E avete anche scritto: “terra non guerra”. Anche in questo siamo perfettamente d’accordo. E’ già troppa la terra destinata a cimiteri di guerra: sarebbe bene risparmiarla per darla invece a coltivare ai nostri lavoratori.

Leggi tutto...

Tra cultura e vita, santità e politica ...

Andria 20140105
L'associazione Igino Giordani di Andria invita la cittadinanza a "Paole e Musica", una serata di recitazioni e canti per conoscere la figura di un uomo che ancora oggi sucita interesse.

Data/ ora : Domenica 5 gennaio 2014, ore 19,30

Luogo : Andria, auditorium Mons. Di Donna, Via Saliceti (adiacente alla Chiesa del S.S. Sacramento)


Voce recitante : Leo Lestingi
Voce e canto : Marina Milella
Pianoforte e musiche originali : Massimo Minervini
Chitarra e muische originali : Pierpaolo Moscatelli
Video : Francesco Seller
Coordinamento di Leo Lestingi

Una storia di Luce ad Andria

andria2012Domenica scorsa 25 marzo, presso l'oratorio salesiano in corso Cavour 71 ad Andria è stato rappresentato il musical 

Una storia di luce

un "rock theater concert" per raccontare la vita di Chiara Luce Badano.

L'iniziativa è stata promossa dal locale centro Igino Giordani una via per l'unità. Tanti i giovani presenti.

Come segno concreto, ai convenuti è stato distribuito un volantino
per promuovere la partecipazione civica, a partire da frasi di Gandhi, Igino Giordani, Benedetto XVI e La Pira.andria2

Lettera d'amore alla città di Andria

Se guardo con gli occhi del cuore: la mia Città, la vedo lontana da come la desidero e, nella notte culturale, collettiva e politica che l'avvolge, la sento invocare un supplemento di amore per risanare le sue numerose ferite [...]

così inizia la bella lettera di Gino Piccolo, pubblicata sul numero di settembre-ottobre di «Insieme», la rivista della Diocesi di Andria: default Insieme092009

La notizia e la città

Lunedì 26 ottobre 2009 alle ore 18:00 si è tenuta presso il Liceo Scientifico Statale «Nuzzi» di Andria la tavola rotonda dal titolo:

La notizia e la città

Il ruolo del comunicatore nel rapporto tra gli attori sociali in vista della crescita delle città e della fraternità universale

L'iniziativa è stata organizzata dalle Associazioni Igino Giordani, insieme a Umanità Nuova e alla rivista Città Nuova, con il patrocinio della Regione Puglia, della provincia di Barletta, Andria e Trani e del Comune di Andria. 

 

Centro Igino Giordani

Centro Igino Giordani

Via Frascati, 306 - 00040 Rocca di Papa (Rm) - Italia
Tel.: +390694798314 / Fax: +390694749320
> Scrivici

Chi e' online

Abbiamo 54 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.